Le principali pubblicazioni dell’Avvocato Fraccastoronei settori cardine del diritto amministrativo, in correlazione con l’attività di docenza universitaria.

L’attività di studio e ricerca dell’Avvocato Giorgio Fraccastoro, negli ultimi anni, ha interessato non solo le fondamenta del diritto amministrativo dal punto di vista procedimentale (ricordiamo, in tal senso, il manuale “Il Diritto di accesso ai documenti della pubblica amministrazione”, Laurus Robuffo Editore, settembre 2005 (I edition) ed ottobre 2006 (II edition); l’articolo riguardante “Autotutela, Processo e Diritto Comunitario”, in Corriere del Merito, IPSOA Editore, marzo 2013), e processuale (“La giurisdizione esclusiva del G.A. in materia di pubblici appalti alla luce delle disposizioni del Codice dei contratti pubblici”, in Corriere del merito, IPSOA Editore, aprile 2008; “Il riparto di giurisdizione per il contenzioso elettorale: elettorato attivo e passivo – diritti soggettivi, operazioni elettorali – interessi legittimi”, in Corriere del merito, IPSOA Editore, agosto 2008; “L’immediata impugnazione delle norme regolamentari: condizioni e requisiti”, in Corriere del merito, IPSOA Editore, giugno 2008), ma anche specifici settori del diritto amministrativo stesso.

Ed infatti, chi, come l’Avvocato Fraccastoro, svolge attivamente la professione non può non affrontare con approccio empirico e concreto anche l’attività di ricerca e di studio, prestando particolare attenzione a quegli istituti ove il contenzioso è all’ordine del giorno, primo tra tutti la materia degliappalti pubblici di lavori, servizi e forniture.

Ebbene, il settore deicontatti pubblicie delleconcessioniè stato ampiamente approfondito, sotto molteplici aspetti, di cui alcuni fortemente controversi (ricordiamo “L’affidamento diretto del servizio pubblico a società mista è da preferire all’in house providing che costituisce la negazione del mercato”, in Urbanistica ed Appalti, IPSOA Editore, luglio 2009; “Il contrasto al fenomeno della corruzione nelle amministrazioni pubbliche”, nel commentario alla legge 190/12, Eurilink edizioni, giugno 2013; “Le società semplici possono partecipare alle gare di appalto”, in Il Sole 24 ore, settembre 2013).

Senonché il settore degli appalti pubblici, come è noto, è in continua evoluzione e l’attività di aggiornamento del professionista non può che essere costante. Pertanto, attenzione particolare è stata riservata agliistituti di nuova introduzione(in tal senso, richiamiamo, all’interno del volume “Codice dell’Appalto Pubblico”, facente parte della collana “Le fonti del diritto italiano”, la parte relativa al project financing), Giuffrè Editore, aprile 2011.

Oggetto di attenzione è stata, altresì, la materiaurbanisticaededilizia(“Il Piano casa – Abruzzo e Lazio”, in Il Sole 24 ore Editore, novembre 2009; “I possibili ostacoli alla realizzazione del piano e relative soluzioni”, in Monitorimmobiliare, marzo 2012) e, prima ancora, il settore delleespropriazioni, ove è stato autorevolmente commentato il cambio di rotta nella determinazione del valore dell’indennità di espropriazione (“L’indennità di espropriazione per p.u. viene commisurata al pieno valore di mercato”, in Corriere del merito, IPSOA Editore, febbraio 2008).

L’attività di ricerca, inoltre, è stata portata avanti anche e soprattutto in un’ottica comparativa ed interdisciplinare: rilievo importante, infatti, è stato dato aipunti di contatto tra diritto amministrativo e tributario(a tal proposito, si richiama il manuale “L’applicabilità della Legge 241/90 al procedimento tributario”, Giuffrè Editore, novembre 2008; nonché l’articolo su “L’accesso ai documenti amministrativi nei procedimenti tributari”, in Corriere del merito, IPSOA Editore, febbraio 2007).

Il settore cui, certamente, è stata riservata maggiore attenzione è stato ed è tutt’ora, quelloambientale-energetico, di cuiFraccastorosi occupa in modo assiduo sia nello svolgimento della sua professione, sia nella sua recente attività di docenza presso l’Università degli Studi Niccolò Cusano di Roma. Della materia, invero,Giorgio Fraccastorosi è occupato ben prima di essere titolare della cattedra in diritto dell’ambiente all’UNICUSANO, dapprima dedicando una parte del suo scritto in materia di accesso (“Il Diritto di accesso ai documenti della pubblica amministrazione” cit.), alle peculiarità riservate all’istituto de quo in tale delicato settore, e successivamente, ponendo l’attenzione sui soggetti legittimati a rappresentare l’interesse ambientale sia nel procedimento amministrativo che nel processo (“L’“eccezionalità” dell’attribuzione normativa della legittimazione alle associazioni ambientalistiche”, in Corriere del merito, IPSOA Editore, ottobre 2008).

Infine, l’attività di studio ed approfondimento in tema di affidamento di servizi ha avuto ad oggetto anche ilsettore dell’energia e del gas(“La nuova disciplina in materia di gare per il servizio di distribuzione del gas”, in Corriere del Merito, IPSOA Editore, dicembre 2012).

Da ultimo, non si può non richiamare l’attività di docenza indiritto dello sport(fin dal 2007 presso l’Università degli studi del Molise, poi, dal 2011 anche presso l’UNICUSANO). L’attenzione per questa materia del tutto peculiare ed assai specialistica si è tradotta anche in vari articoli e brevi saggi (ricordiamo, tra tutti, la voce enciclopedica “L’illecito sportivo” (co-autore Cons. Giuseppe Chinè), Enciclopedia Treccani, ultima edizione 2010; nonché l’articolo su “La totale autonomia della giustizia sportiva nelle materie ad essa riservate dal D.L. 220/2003”, in Corriere del merito, IPSOA Editore, febbraio 2008).

FonteStudio Fraccastoro