The ‘Lancet‘, pubblicati online i risultati di uno studio clinico registrativo di Fase III per ilvaccino Novartis contro il meningococco B che ha coinvolto 3.630 bambini a partire dai due mesi di età, dimostrando una risposta immunitaria protettiva quando il prodotto viene somministrato secondo uno schema di immunizzazione primaria di tre dosi in concomitanza con le vaccinazioni di routine. Francesco Gulli, AD Novartis Vaccines: “Siamo in grado di offrire vaccini per aiutare a proteggere contro cinque dei più comuni e virulenti sierogruppi meningococcici, che causano la maggior parte delle infezioni e dei decessi nel mondo”.

Testo tratto da Adnkronos del 14 gennaio 2014

La rivista ‘Lancet‘ ha pubblicato online i risultati di uno studio clinico registrativo di Fase III per ilvaccino Novartis contro il meningococco B che ha coinvolto 3.630 bambini a partire dai due mesi di età, dimostrando una risposta immunitaria protettiva e un profilo di sicurezza accettabile quando il prodotto viene somministrato secondo uno schema di immunizzazione primaria di tre dosi in concomitanza con le vaccinazioni di routine.

Gli sperimentatori – evidenzia una nota – hanno inoltre osservato una robusta risposta immunitaria nei bambini che hanno ricevuto una quarta dose al dodicesimo mese di vita che, infatti, può contribuire a una durata più estesa della protezione. Questi dati sono stati presentati per la prima volta nel 2010 alla diciassettesima edizione dell’International Pathogenic Neisseria Conference. “Da pediatra, mi rendo conto di quanto possa essere devastante il meningococco B nei lattanti e nei bambini e dell’agonia cui sono sottoposte le famiglie colpite – ha commentato Susanna Esposito, direttore della Clinica pediatrica I alla Fondazione Irccs Ca’ Granda ospedale Maggiore Policlinico di Milano, presidente della Società italiana di infettivologia pediatrica e membro dei Comitati per la ricerca clinica e per l’attività assistenziale della European Society for Pediatric Infectious Disease (Espid) – la prospettiva di un nuovo vaccino che possa aiutare a prevenire il meningococco B rappresenta l’innovazione che stavamo aspettando da oltre 10 anni”.

A novembre 2012, il vaccino Novartis contro il meningococco B ha ricevuto il parere positivo da parte del Comitato per i medicinali per uso umano dell’Agenzia europea per i medicinali(Ema). Francesco Gulli, AD Novartis Vaccines: “Siamo in grado di offrire vaccini per aiutare a proteggere contro cinque dei più comuni e virulenti sierogruppi meningococcici, che causano la maggior parte delle infezioni e dei decessi nel mondo”.

Fonte: Adnkronos